Sembri non avere Flash Player installato. Puoi scaricarlo gratuitamente (o effettuare un upload all'ultima versione) sul sito Adobe.com
Logo Teatroimmagine
Sembri non avere Flash Player installato. Puoi scaricarlo gratuitamente (o effettuare un upload all'ultima versione) sul sito Adobe.com
› Tutti gli spettacoli

I Promessi Sposi

di Benoit Roland da Alessandro Manzoni
Testi e Regia
Benoit Roland
Interpreti e Personaggi
- Roberto Zamengo Renzo, Don Rodrigo, Perpetua
- Martina Boldarin Lucia, Contessina Attilia, un Gendarme
- Ruggero Fiorese Azzeccagarbugli, Fr� Cristoforo, un Bravo
- Luca Gatto Don Abbondio, il Capitano di Giustizia, la Monaca di Monza
- Elisa Risigari Agnese, Griso, Nibbio, un Gendarme
- Alex Modolo Musicista (Fisarmonica)

"Vi sembrerà curioso, ma non sapevo neanche cosa fossero “I promessi sposi” prima che Teatroimmagine mi proponesse di mettere in scena il romanzo di Alessandro Manzoni, ma ho subito capito che questo classico della letteratura italiana è per ogni italiano un ricordo impresso a vita nella sua memoria, un ricordo dal sapore forte tra odio e passione, ma che non lascia nessuno indifferente.
E’ strano, ma nella mia cultura francofona, belga, “I promessi sposi” è un romanzo sconosciuto di cui non si parla neanche al liceo. Invece, Victor Hugo (il nostro Manzoni) ogni italiano sa chi è stato e che ha scritto “I miserabili”. Ma perché? Perché “I promessi sposi” non hanno mai varcato le Alpi? Cosa rinchiude di speciale questo romanzo, che da quasi due secoli fa parte della coscienza collettiva di tutto un popolo? Tante sono le domande che hanno alimentato il nostro lavoro, la nostra ricerca.
Che un belga metta in scena un tale “monumento” della letteratura italiana può sembrare pretenziosa follia. Al contrario, penso che questo ci permetta di dissacrare questo classico, più per divertimento che per sfida. In effetti “le jeux” è il filo rosso di tutto lo spettacolo: “jeux” è una parola francese che ha questo doppio significato di “gioco” ma anche di “recitazione”. Ma attenzione, non vogliamo offrire al pubblico uno spettacolo recitato, bensì giocato, offrire il lato festoso del teatro dove l’attore non è uno strumento di un testo, di un regista, d’una scenografia, ma di se stesso.
Rappresentare questa saga infinita, questo “tourbillon” di personaggi in cinque attori e un musicista è come fare un salto mortale su una corda sospesa: tu fai Lucia, ma poi diventi la Contessina Attilia che si traveste da gendarme mentre Agnese fa il Griso, Renzo si trasforma in Don Rodrigo, Don Abbondio è la Monaca di Monza ed Azzecca Garbugli è anche Padre Cristoforo, il tutto coronato dalle allegre note di una fisarmonica.
Ogni attore ha allo stesso tempo il doppio ruolo d’artefice e vittima delle proprie azioni per narrare al pubblico una storia immortale, drammatica e crudele, ironica e grottesca, tenera e romantica, ma soprattutto attuale". (Benoit Roland)

Galleria immagini
Download
Date
11/11 2017 Teatro D.V. Pedretti Cesano Maderno MB
04/11 2017 Auditorium Comunale Precenicco UD
   

Credits: Andreettadesign & Bur Designing Web